Psicoterapia di coppia Modena

PSICOTERAPIA DI COPPIA MODENA

  • Cos’è una psicoterapia di coppia?

  • Cosa la distingue da una psicoterapia individuale?

  • Qual è il compito dello psicoterapeuta di coppia?

  • Quanto dura una psicoterapia di coppia?

  • Quando è indicata o non indicata una psicoterapia di coppia?

PSICOTERAPIA DI COPPIA MODENA. Cos’è una psicoterapia  di coppia?

Sostanzialmente per la psicoterapia di coppia Modena valgono i concetti generali validi per la psicoterapia. E’ cioè una modalità di aiuto con mezzi verbali per situazioni di disagio psicologico-relazionale in cui resta fondamentale decodificare i sintomi portati, cioè attribuirgli un senso all’interno della cornice esistenziale della storia della coppia stessa. Come per la psicoterapia verbale, il “capire” (decodificazione e attribuzione di senso) è il primo passo fondamentale dell’aiuto ma non è sufficiente e deve essere accompagnato da un “fare” che porti la coppia a sperimentare e allenarsi a nuove modalità comportamentali di relazionarsi.

PSICOTERAPIA DI COPPIA MODENA. Cosa distingue una psicoterapia di coppia da una psicoterapia individuale?

Intanto, a differenza delle psicoterapie individuali che sono centinaia con diverse impostazioni, la psicoterapia di coppia Modena ha sempre una impostazione, che è quella sistemico-relazionale pur sfruttando tecniche cognitivo-comportamentali.
Questo perché, a differenza che nelle psicoterapie individuali, nella psicoterapia di coppia Modena non viene focalizzato il singolo individuo, con le sue sofferenze e le sue necessità. Anzi, in un certo senso il singolo individuo qui non interessa. Quello che interessa e che viene focalizzato è il “sistema” coppia. E’ questo che viene preso in considerazione dal terapeuta, che deve quindi avere una formazione specifica a questo tipo di “lettura” per non cadere nell’errore spontaneo di dare eccessiva importanza a quanto un singolo membro della coppia afferma, sbilanciandosi quindi in senso non terapeutico. E’ assolutamente fondamentale che lo psicoterapeuta non si allei con nessuno dei componenti della coppia.

Il terapeuta si relaziona alla coppia come a un “sistema”, un sistema relazionale, che come tutti i sistemi (costituiti da più di una unità) ha un certo equilibrio dato dalle modalità relazionali con cui si rapportano i suoi vari membri (in questo caso apparentemente due, ma spesso emerge che del sistema fanno parte anche altre figure, come figli, genitori, suoceri, fratelli o sorelle, ecc). Quando le persone nel sistema vivono sentendosi sufficientemente bene nel loro modo di relazionarsi, si dice che il sistema è in equilibrio, e che ha un buon equilibrio. Nelle situazioni di disagio che portano a rivolgersi a uno psicoterapeuta di coppia si è verificata invece una rottura dell’equilibrio nelle modalità relazionali e strutturato un più o meno temporaneo equilibrio patologico. La coppia soffre perché non è riuscita spontaneamente con le proprie forze a elaborare un nuovo equilibrio relazionale con un “reset” delle proprie dinamiche.

PSICOTERAPIA DI COPPIA MODENA. Qualè il compito di uno psicoterapeuta di coppia?

Compito iniziale dello psicoterapeuta nel corso di una psicoterapia di coppia Modena è cercare di capire, ascoltando i membri della coppia, quale è stato finora nella storia della coppia l’equilibrio relazionale e perché tale equilibrio si è incrinato e non “tiene” più. In altre parole lo psicoterapeuta di coppia deve inizialmente arrivare  a formulare una ipotesi di senso a ciò che sta avvenendo, da condividere con gli interessati. E’ fondamentale che tale ipotesi venga riconosciuta come particolarmente significativa per quella coppia, inserendosi come qualcosa che per loro ha un senso nel contesto della loro storia comune. Se ciò non avviene, il terapeuta deve formulare una ipotesi alternativa e tale da permettere alla coppia di riconoscerla come significativa e accettarla. Va sottolineato come l’ipotesi di senso permette alla coppia di vedere le proprie problematiche da una angolazione nuova rispetto a quanto fatto finora dalla coppia stessa.
Una volta fatto questo, il passo successivo è lavorare perché il sistema-coppia riesca a raggiungere un diverso equilibrio nelle dinamiche relazionali, più adeguato ai bisogni attuali e quindi più gratificante per gli interessati. Per ottenere questo, nella psicoterapia di coppia Modena lo psicoterapeuta di solito prescrive dei “compiti” comportamentali alla coppia stessa, talora apparentemente curiosi o paradossali, da attuare a casa entro la successiva seduta di psicoterapia di coppia. Tali compiti o prescrizioni generalmente costituiscono qualcosa di insolito rispetto ai comportamenti relazionali finora attuati dalla coppia stessa, e rappresentano appunto la modalità pratica con cui si “rottama” il precedente equilibrio per iniziare a sperimentarne uno nuovo. Nella seduta successiva si valuta insieme al terapeuta cosa è avvenuto, tenendo conto che avviare un cambiamento nel sistema-coppia è far sì che altri cambiamenti a loro volta si mettano in moto, scardinando il precedente equilibrio patologico e tendendo al raggiungimento di un equilibrio più funzionale e “sano”. Nelle sedute successive possono poi essere prescritti altri compiti comportamentali, a seconda di come sta procedendo l’assestamento su un nuovo e più soddisfacente equilibrio relazionale.
Questi stessi concetti valgono quando si effettua una psicoterapia familiare, anche se va tenuto presente che il sistema-famiglia è più complesso del sistema-coppia e occorre per avere successo che lo psicoterapeuta sia particolarmente formato ed esperto nel lavorare con le famiglie.

PSICOTERAPIA DI COPPIA MODENA. Quanto dura una psicoterapia di coppia?

Di solito, a differenza della maggior parte delle psicoterapie individuali, una psicoterapia di coppia Modena attuata correttamente si esaurisce in un numero abbastanza limitato di sedute. Questo perché ciò a cui si punta è il modificare un equilibrio comportamentale relazionale fonte di sofferenza, e una volta avviato nel sistema-coppia un cambiamento attraverso le prescrizioni comportamentali l’equilibrio relazionale inevitabilmente inizia a cambiare e il processo va avanti con un meccanismo a cascata di auto mantenimento, perché scoprendo di potere così stare meglio la coppia tenderà a rinforzare, ripetere e fare proprie le nuove dinamiche. Il terapeuta è quindi solo un facilitatore, che aiuta a sbloccare il meccanismo intervenendo a modificare ciò che manteneva bloccata la situazione e permettendo il fluire di dinamiche più positive e funzionali.
Normalmente occorrono 1-2 sedute iniziali per permettere allo psicoterapeuta di coppia di “leggere” il sistema coppia e formulare una ipotesi di senso, e poche altre sedute in cui lavorare con le prescrizioni comportamentali e con le successive verifiche di come stanno procedendo le cose.

PSICOTERAPIA DI COPPIA MODENA. Quando è indicata o non indicata  una psicoterapia di coppia?

Una psicoterapia di coppia Modena è consigliabile quando la sofferenza psicologica che uno o entrambi i membri della coppia vivono (ansia, rabbia, depressione, ecc) è causata principalmente dal tipo di modalità di relazione che esiste attualmente nel funzionamento della coppia stessa. Di solito è uno dei componenti della coppia ad avvertire maggiormente la sofferenza causata dall’equilibrio relazionale patologico e a farsi promotore di una richiesta d’aiuto (a volte recandosi anche da solo al primo incontro con uno psicologo).
Per potere effettuare una psicoterapia di coppia Modena occorre però, anche se sembra banale sottolinearlo, che entrambi i membri della coppia siano disponibili a essere presenti in seduta e a lavorare col terapeuta mettendosi in gioco e seguendone le prescrizioni, indipendentemente dalla diversità di coinvolgimento emotivo e di sofferenza iniziali. Se questa condizione non c’è, se cioè, pur essendo evidente che lo stare male è strettamente collegato al tipo di rapporto in atto,  ma solo uno dei due componenti della coppia è disponibile a lavorare in seduta e l’altro si rifiuta, non si può né è indicato fare un percorso di psicoterapia di coppia Modena, almeno finchè non cambieranno le condizioni. In questi casi, chi è maggiormente coinvolto nella sofferenza si rivolgerà a uno specialista per un percorso di psicoterapia individuale. Lo stesso vale quando, pur essendo apparentemente disponibile e presentandosi in seduta, uno dei due componenti della coppia incolpa l’altro di essere l’unico responsabile della situazione di malessere, mantenendo quindi una rigida indisponibilità a mettersi in gioco per la sua parte in un percorso di cambiamento.
A volte, quando vi è molta disparità tra i livelli di sofferenza e coinvolgimento emotivo dei componenti della coppia o emerge una particolare importante problematica personale di uno di loro, può essere indicato consigliare (o di fatto ciò avviene già) che parallelamente al percorso di psicoterapia di coppia Modena venga portato avanti un percorso di psicoterapia individuale da uno o entrambi i componenti della coppia. I percorsi individuali vanno però effettuati con un diverso psicoterapeuta, visto che in questi il terapeuta deve “allearsi” col paziente mentre nel lavoro di coppia il terapeuta è equidistante e si focalizza solo sul sistema-coppia.

 

Sono disponibile per fornire ogni ulteriore informazione

Compila il modulo di contatto per richiedere una consulenza o fissare un appuntamento

DIGITA QUI E PREMI ENTER PER RICERCARE