Cura disturbo ossessivo compulsivo Modena

CURA DISTURBO OSSESSIVO COMPULSIVO MODENA

  • Cos’è il Disturbo Ossessivo Compulsivo o DOC?

  • Che significato ha il Disturbo Ossessivo Compulsivo?

  • Qual è la cura del Disturbo Ossessivo Compulsivo?

CURA DISTURBO OSSESSIVO COMPULSIVO MODENA. Cos’è il Disturbo Ossessivo Compulsivo o DOC?

I pazienti del Centro cura disturbo ossessivo compulsivo Modena riferiscono di avere costantemente pensieri intrusivi e ripetitivi, che pur volendolo non riescono a scacciare dalla mente (pensieri ossessivi o ossessioni), e che a volte si accompagnano al bisogno di eseguire atti ripetuti per un numero elevato di volte (compulsioni o rituali compulsivi), anche in questo caso senza riuscire a evitare di farlo pur desiderando di poterlo evitare.
I pensieri ossessivi o compulsioni generalmente sono contrari alle convinzioni della persona e dell’ambiente in cui vive, ad esempio una persona religiosa può avere costantemente pensieri di bestemmia, o una persona di carattere mite essere ossessionato da pensieri di potere fare del male a persone che ama, ecc.). Esempi di compulsioni, che non sempre sono presenti nel disturbo, possono essere il controllare ripetutamente anche per decine di volte di avere chiuso il gas, il lavarsi più e più volte le mani, il ripetere per un numero determinato di volte una certa sequenza di atti, il camminare evitando accuratamente di mettere i piedi sulle righe che dividono le mattonelle, il disporre sempre rigidamente nello stesso ordine e sequenza oggetti sul tavolo, ecc. Spesso i pensieri ossessivi e i rituali compulsivi hanno a che fare con temi di pulizia, sporcizia, paura di qualche forma di contaminazione, paura dell’aggressività (disturbi fobico-ossessivi).

Un’altra caratteristica fondamentale del disturbo ossessivo compulsivo è che la persona in cura disturbo ossessivo compulsivo Modena vive tutto ciò con angoscia e la sua vita ne è profondamente condizionata, sia nelle implicazioni relazionali (è dura ad esempio uscire a mangiare con gli amici se occorre seguire sempre lo stesso rituale di gesti o se si teme costantemente di poterne aggredire uno) sia nella qualità di vita personale. Ad esempio una persona in cura disturbo ossessivo compulsivo Modena può essere ossessionata dal timore di non sentire la sveglia e ne mette un’altra dieci minuti prima, ma nell’ossessione di non sentire neanche quella ne mette un’altra dieci minuti prima ancora, e così via fino a un estenuante numero di sveglie che avvelenano la vita della persona costringendola a svegliarsi addirittura ore prima e prostrandola di stanchezza. La persona in cura disturbo ossessivo compulsivo Modena si rende perfettamente conto che tutto ciò è anormale ma, pur soffrendone molto, non riesce a fare diversamente e a liberarsi da questa schiavitù di pensieri e di comportamenti, anzi più si sforza di utilizzare il ragionamento e la forza di volontà per lottarci contro, più il disturbo tende a crescere e dilagare nella vita della persona, lasciandola disperata. Nel tempo è facile che si sviluppi di conseguenza anche una forma di depressione.

Normalmente la persona in cura disturbo ossessivo compulsivo Modena vive tutto questo con profondo disagio e vergogna e tende a tenerlo nascosto il più possibile agli altri, spesso ricorrendo a scuse e giustificazioni varie. Per questo motivo il Disturbo Ossessivo Compulsivo, pur essendo in realtà molto comune e diffuso, apparentemente non sembra così frequente.
Solo in certi casi la persona sembra non soffrire particolarmente, a livello emotivo, per tale disturbo. Questi casi devono però essere valutati con molta attenzione dallo specialista della cura disturbo ossessivo compulsivo Modena, perché generalmente sono sintomi di “copertura” di un disturbo psichiatrico più grave sottostante, generalmente una forma di psicosi.

CURA DISTURBO OSSESSIVO COMPULSIVO MODENA. Che significato ha il Disturbo Ossessivo Compulsivo?

Anche se agli occhi di un osservatore esterno può venire da sorridere con divertimento o compatimento per le caratteristiche di tale disturbo, chi soffre di un Disturbo Ossessivo Compulsivo soffre in realtà profondamente per i condizionamenti del disturbo nella sua vita, per il senso di impotenza che prova, e vive con l’angoscia di essere diventato”matto”.
In realtà, anche se sembra paradossale, la presenza di ossessioni e compulsioni è la prova che la mente della persona in cura disturbo ossessivo compulsivo Modena funziona perfettamente, anzi fin troppo. Perché il Disturbo Ossessivo Compulsivo è in realtà espressione di un potente meccanismo di difesa della nostra mente. Pur essendo la persona angosciata da tali sintomi, questi servono a proteggere noi stessi dal contatto con altre angosce ancora più profonde, che hanno a che fare con la nostra emotività, aggressività, sessualità, identità personale, e che senza che ne siamo consapevoli ci terrorizzano tanto da avere fatto scattare nel nostro cervello questo potente meccanismo di difesa. Meccanismo che è sì di difesa ma che, come spesso i sintomi di disagio psicologico, ha anche l’importante funzione di mandarci un segnale “che c’è qualcosa che non va”, dicendocelo però in modo obliquo, quasi in un linguaggio in codice lasciandoci così la libertà di cercare di decodificarlo o meno.

Quindi chi è in cura disturbo ossessivo compulsivo Modena in realtà ha, senza esserne ancora consapevole, grosse difficoltà nel rapportarsi alle proprie emozioni, nel lasciarsi andare alla spontaneità del sentire e del fare, nell’accettare e gestire impulsi di aggressività o collegati alla sessualità. E’ come se non avesse alcuna familiarità con questi aspetti non razionali del nostro mondo interiore e che invece costituiscono una parte importante del nostro essere (noi siamo una combinazione di razionalità ed emotività, integrate tra loro). Prevale cioè il bisogno di starne lontani difendendosi da essi ma inevitabilmente “vivendo male” a causa dei sintomi del Disturbo Ossessivo Compulsivo stesso, che se da un lato ci protegge dall’altro rafforza il soffocare una dimensione importante di noi stessi, quella appunto della spontaneità e della emozionalità.

CURA DISTURBO OSSESSIVO COMPULSIVO MODENA. Qual è la cura del Disturbo Ossessivo Compulsivo?

La buona notizia è che il Disturbo Ossessivo Compulsivo è curabile, e anche con buone possibilità di successo. Questo deriva proprio dal significato di meccanismo di difesa appena ricordato. Se si riesce infatti a lavorare, con una psicoterapia della cura disturbo ossessivo compulsivo Modena, sulle angosce sottostanti al disturbo, favorendone un progressivo emergere in modo da potersi gradualmente familiarizzare con esse e scoprire che non solo è possibile affrontarle e gestirle direttamente nonostante le paure ma che anzi è possibile così vivere meglio perché vivere più pienamente, allora la necessità del meccanismo di difesa viene meno, perché non occorre più difendersi, e quindi gradualmente i sintomi tenderanno a svanire.
La psicoterapia  della cura disturbo ossessivo compulsivo Modena è quindi possibile, ma naturalmente richiede tempo e pazienza, perché appunto implica lavorare col paziente su ciò che più lo spaventa, e occorre incoraggiarlo e sostenerlo ma rispettandone i tempi. Viene attualmente molto utilizzato l’approccio di psicoterapia cognitivo-comportamentale rispetto alla gestione dei sintomi, ma in base alla mia esperienza non è sufficiente perché non basta modificare il meccanismo di difesa, occorre lavorare anche e soprattutto su ciò da cui il nostro io ha avuto finora bisogno di difendersi.

Nella cura disturbo ossessivo compulsivo Modena sono molto importanti anche i farmaci, soprattutto quelli che agiscono sulla ricaptazione della serotonina (i cosiddetti antidepressivi SSRI o serotoninergici, anche se in realtà si usano per una buona azione sul disturbo anche se non c’è una depressione). La serotonina è un neurotrasmettitore, cioè una sostanza biochimica presente nei circuiti con cui è organizzato e funziona il nostro cervello, e nel Disturbo Ossessivo Compulsivo tale circuito è come se fosse andato in tilt e si fosse instaurato un corto circuito che tende ad autoalimentarsi. L’uso dei farmaci per la cura disturbo ossessivo compulsivo Modena ha un senso solo all’interno di una buona relazione terapeutica nella psicoterapia del Disturbo Ossessivo Compulsivo, nella consapevolezza che servono solo a ridurre l’intensità dei sintomi, tenendolo sotto controllo o addirittura facendoli sparire durante il periodo di assunzione dei farmaci, ma che la vera chiave di guarigione è intervenire con la psicoterapia sul meccanismo di difesa per agire sulle cause.
L’uso dei farmaci è particolarmente indicato quando l’intensità della sintomatologia è tale da “paralizzare” la vita del paziente in cura disturbo ossessivo compulsivo Modena, che oltre a soffrire come un cane è paralizzato anche nel lavoro di psicoterapia, che risulta perciò impossibile o estremamente difficile. Con la riduzione e il parziale controllo della sintomatologia grazie all’aiuto farmacologico è possibile sfruttare una maggiore disponibilità della persona a lavorare col terapeuta nel progressivo familiarizzarsi con il proprio mondo interiore, le sue paure ma anche le sue risorse e ricchezze personali.

Sono disponibile per fornire ogni ulteriore informazione

Compila il modulo di contatto per richiedere una consulenza o fissare un appuntamento

DIGITA QUI E PREMI ENTER PER RICERCARE